VOGLIAMO UN VERO STARTUP ACT ITALIANO

 

Talenti, abilitatori, capitale di rischio, sono i tre elementi che, messi in connessione in un ambiente denso e favorevole all’impresa, vanno a costituire quello che viene chiamato alternativamente “Ecosistema Startup” o Filiera del Venture Business: uno schema circolare che cerca ripetutamente di costruire velocemente ed intorno ad un prodotto, servizio, o processo innovativo delle nuove aziende globali.

Uno schema che ovunque – perfino nelle emergenti capitali di paesi del sud del mondo – sta creando e distribuendo valore generando posti di lavoro di qualità, remunerando risparmi e capitali, portando risorse alla ricerca, migliorando le vite delle persone, e favorendo l’accesso all’ascensore sociale.

Pur se sarebbe bene se tutte le imprese italiane godessero di condizioni migliorative, è evidente che le condizioni di bilancio dello Stato non possano offrire minori oneri generalizzati se non in un lento percorso pluriennale. Per questo noi chiediamo ADESSO un “set di regole” semplificato ed incentivante verso le nascenti imprese a forte vocazione innovativa, un investimento del paese sul rendere la corsa più agevole ad un contenuto numero di imprese che dimostrino fin dalla costituzione di essere in grado di attirare capitale di rischio e quindi abbiano delle probabilità di diventare delle nuove grandi imprese, le multinazionali italiane dei prossimi decenni. Chiediamo che chi decide di restare in Italia per “provarci”, possa farlo trovando condizioni non peggiorative che spostandosi in altri paesi vicini. Chiediamo un investimento in competitività nello sviluppo industriale di innovazione.

La filiera del Venture Business italiana, nata tra il 2008 ed il 2011 e regolata nel 2012, è ancora oggi frenata da numerosi fattori ambientali e culturali, generalmente accomunabili in un “disallineamento” tra il sistema e le metodologie che si sono diffuse nel paese e quelle internazionali. Le startup italiane spesso non sono “startup” come intese all’estero. Gli operatori intermedi vendono consulenza o perseguono business collaterali e non trasparenti anziché apportare valore. Gli investitori diluiscono troppo gli imprenditori. Gli oneri e la burocrazia uccidono le startup che non espatriano, o le trasformano in pmi. I territori e la politica, non potendosi confrontare con un modello di riferimento comune, non comprendono cosa dovrebbero fare e perché, e quindi agiscono a casaccio.

E’ necessario rivedere in maniera olistica tutto il sistema che si è sviluppato, identificandone trasversalmente le diverse tipologie di attori e processi, e allinearlo alle pratiche internazionali, rimuovendo ostacoli e colli di bottiglia normativi, aggiungendo incentivi. Crediamo che così si potrà arrivare ad innescare quel ciclo virtuoso e circolare che altrove consente di valorizzare talento e imprenditorialità, alimentare la ricerca, creare posti di lavoro, remunerare investimenti.

Per fare ciò, abbiamo steso 10 RICHIESTE, intese come 10 capitoli di uno Startup Act italiano, un documento inclusivo e aperto al contributo di quegli attori dell’ecosistema motivati a collaborare. Un working document che abbiamo iniziato a strutturare, che mette a fuoco la filiera del venture business e riscrive le norme che oggi frenano la nascita e la crescita di nuove imprese globali italiane, mortificando le potenzialità e le forze creative e dell’innovazione del paese.

 

CHIEDIAMO:

1. Un Codice Etico e di Responsabilità Sociale per la filiera del Venture Business

La filiera del Venture Business, o ecosistema startup, è un sistema basato sulla fiducia. Per evitare di scrivere troppe norme stringenti ed ingessanti, è necessario definire modelli di riferimento etici che incoraggino l’evoluzione verso un livello qualitativo superiore, arrestando il diffondersi di modelli speculativi o non orientati alla creazione di valore.

2. Incentivazione della Ricerca verso l’Imprenditorialità

In Italia meno del 5% delle startup provengono dalla ricerca. Negli ecosistemi maturi sono oltre il 50%. La retorica sul bisogno di collegare ricerca e impresa si supera rimuovendo ostacoli e divieti, oltre che promuovendo cambiamenti culturali.

3. Attrazione internazionale di talenti ed investimenti

Gli ecosistemi startup di successo si basano su contaminazioni e relazioni internazionali. L’Italia non può essere un sistema autarchico: deve accogliere talenti ed investimenti provenienti dalle direttrici su cui già basa le proprie relazioni internazionali e crearne di nuove.

4. Incremento della liquidità nella filiera del Venture Business

Non è più il tempo delle piccole e progressive misure di incoraggiamento: è urgente incentivare i gestori della ricchezza del paese ed i risparmiatori a fare propri i modelli di investimento basati su capitale di rischio. La liquidità del sistema deve fare un salto dimensionale di almeno 20 volte rispetto all’attuale.

5. Semplificazioni per gli investitori e progressività della vigilanza

E’ necessario introdurre un principio di progressività negli oneri e nella compliance richiesti ai gestori di veicoli di investimento, in relazione alla massa gestita. Non servono solo più soldi, ma anche molti più investitori professionali di vario taglio e con approcci differenziati. Meno burocrazia per il sistema, o i veicoli di investimento operanti in Italia finiranno per costituirsi tutti all’estero.6. 

6. Riordino delle definizioni delle imprese

Startup innovative, pmi innovative, startup per la terminologia internazionale… un riordino tassonomico è fondamentale per definire le missioni dei soggetti imprenditoriali. Riallinearci con il linguaggio dei mercati internazionali è la condizione di base per identificare quelle imprese ad alto potenziale che siano le multinazionali italiane di domani. Le norme devono essere scritte per generare unicorni, non micro agenzie.

7. Nuovi incentivi e semplificazioni per le imprese 

Le misure introdotte fino ad oggi non bastano. E’ necessario rimuovere burocrazia e costi inaccettabili in capo alle imprese finchè queste sono nascenti o ancora nel tentativo di trovare una formulazione di successo. Non si strozza il bambino in culla.

8. Riordino degli Incubatori Certificati in Operatori Intermedi Certificati 

Gli incubatori rappresentano solo una delle diverse tipologie di operatori intermedi: raggrupparli in una sola definizione produce distorsioni e disallineamento con il mercato. E’ necessario segmentare questi operatori secondo criteri coerenti con gli standard internazionali, incentivarli in modo diverso, confrontrarli secondo metriche differenti.

9. Semplificazioni urbanistiche per Startup ed Operatori Intermedi Certificati

Le community degli innovatori possono essere degli eccezionali driver di trasformazione urbana, innovando anche i vetusti schemi delle destinazioni urbanistiche con strutture ibride che il nostro ordinamento non prevede: come già avviene oggi per le sedi di associazioni di promozione sociale, è necessario liberare l’energia creativa della sperimentazione di nuovi formati di spazio dalle gabbie della burocrazia.

10. Incentivi per Open Innovation ed Exit

Le grandi aziende italiane devono essere educate ad investire ed acquisire innovazione disruptive, favorendo le exit nel paese, e chiudendo il cerchio della circolarità di un ecosistema startup sano. E’ un passaggio imprescindibile affinchè il valore generato rimanga radicato nel paese.

 

 

Hanno già aderito:

Ahmed Abdel Rahman
Elysium
Marco Agosti
Partner
Fabrizio Aiello
Stip
Serena Alagia
Consulente
Daniele Alberti
Starboost - Planet - Bakeca.it
Leonardo Allegrini
Imprenditore
Mounir Alloun
Coachingeasy sports ltd.
Fabio Andreini
CEO
Nicol• Annino
Idealarm Ltd
Gianluca Aprea
Omniaservices srl
Monica Archibugi
Le Cicogne
Riccardo Arciulo
Alumni InnovAction Lab
Lorenzo Avello
Planeta Renewables
Pierluigi Avvanzo
Afeed Group
Alberto Baccari
Namu
Marco Balucani
Rise Technology
Marco Bani
Capo Segreteria tecnica AgID
Paolo Barberis
Nana Bianca
Ettore Belli
docente
Marina Berardi
Maple
Mauro AG Beretta
Lean Enterprise Machine Europe
Sergio Berisso
Infodrake
Marco Betti
Design engineer
Margot Bezzi
APRE
Nicoletta Bianchi
COO BiT256 srl
Stefano Bianciardi
Consulente SAS
Marco Bicocchi-Pichi
Nextome | Business Angel
Giacomo Biraghi
Fondatore SecoloUrbano
Giacomo Bizzarri
CEO
Matteo Bonicelli della Vite
Shapeme
Eleonora Bove
Deliverart
Junior Franco Brambilla
Senior Consultant/Pasifika Group
Carlo Brancati
TEDxRoma
Mattia Brasile
Account
Luca Brizzi
ADPM Drones
Marco Brusamolino
CercaOfficina
Daniele Buzzurro
Dreamyourmind
Marco Cacciotti
Impiegato coop
Cosmiana Calabrese
Program/Defect Manager
Cosimo Calcinano
@Revotree
Maurizio Campia
Pharmercure
Umberto Canessa
GoSherpy
Giovanni Capetta
Industry Innovation Manager
Enrico Capiozzo
VEASYT srl
Gianni Capizzi
Value Business
Fabrizio Capobianco
TOK.tv
Ilaria Capocci
Pfizer Digital Marketing Manager
Rosa Cappiello
Impiegata
Gabriele Carbucicchio
Scuter
Luca Carlucci
BizAway
Maurizio Carmignani
MCaP
Riccardo Carnevale
UniVerso network
Fabio Carnevali
DigiKom
Silvia Carnini Pulino
John Cabot University
Gianmarco Carnovale
Roma Startup
Alessandro Carucci
Startupper | IoT Engineer
Simone Carusi
Open-Box
David Casalini
CEO
Filippo Cassera
Studente Universitario
Camillo Castellani
GetaStand
Saverio Castilletti
ItalyXP.com
Pasquale Caterisano
AssiDigital
Enrico Cattaneo
The Doers
Simonetta Cavalieri
Social Innovation Society
Lorenzo Cea
PickCenter
Gabriele Cena
Relazioni Esterne/UNISG Pollenzo
Antonio Censabella
Mediterranean Capital
Giulio Cesarelli
Imprenditore Digitale
Stefano Ciccarelli
Studente Economia e Management
Francesco Ciciriello
Groupbmore
Giovanni Ciferri
Jobtome
Davide Lorenzo Cimino
Co founder ADPM Drones
Davide Lorenzo Cimino
CTA group
Giorgio Cinque
3d Artist
Andrea Ciufo
Ingegnere Civile
Marcello Cividini
WOW food
Bruno Coletta
Manager
Edoardo Colombo
Imprenditore
GianLuca Comandini
You&Web
Antonio Conati Barbaro
Alleantia
Matteo Concas
GM Italy - N26
Fabio Conforti
Informasistemi
Damiano Congedo
Digital Entrepreneur
Franco Consoli
VP ESAPROFESSIONAL
Simone Contini
Imprenditore
Augusto Coppola
LVenture Group
Riccardo Corradino
Consulente legale
Marco Corradino
Imprenditore
Francesca Corrado
Scuola di Fallimento-PlayRes
Luigi Corvo
UniRomaTorvergata
Daniele Costa
KBL Law
Paolo Crudeli
Business Developer
Paolo Cuccia
Investitore
Sara D'Agati
The NewsRoom
Alessandro Dal Col
Bclever s.r.l.s.
Patrizia Danese
Lactosolution
Giuseppe D'Antino
-
Luca De Angelis
Studente
Davide De Luca
Traslochino
Giuseppe De Nicola
Ampioraggio
Alberto De Riso
Play Agenda
Marco Deiosso
Nausdream
Francesco Della Ragione
Libero professionista
Claudio Dell'Accio
Founder / Bizzeffe
Daniele Delle Case
Founder
Stefano Dellorto
ceo
Simone Demelas
ARMNet
Carlo Francesco Dettori
Insurance-arena
Cristiano Di Battista
AppY Lab
Nicola Di Donato
Treevoice
Andrea Di Fedele
web developer
Maria Cristina Di Luca
Consultant Digital and Social Innovation
Giovanni Di Mambro
Elaisian
Marianna Di Mauro
Startupper
Mauro Di Micco
COO COLLOQUIO24
Matteo Di Paolo
#NOME?
Manolo Di Prinzio
Openjibmetis spa
Eugenio Diquattro
Fortitude Consulting Group
Manfredi Domina
Startupcourse.it
Giuseppe Donvito
P101
Marco Dotto
Biodiversa srl Sorgente Oncologia srl
Rossano Duranti
Head of innovation Banca Mediolanum
Andrea Dusi
Gruppo Politico 10 Volte Meglio
Andrea Elestici
Libero imprenditore
Andrea Ercoli
IT PM Poste Italiane
Vincenzo Esposito Langella
Woomnia
Matteo Faggin
Co-founder & venture enthusiast
Ugo Faraguna
sleepacta
Giorgio Fatarella
Consulente Digital Innovation
Alberto Fattori
Qiao Lab Shanghai
Giampaolo Ferradini
Kjuicer.com
Francesco Ferrante
UniCassino
Milvo Ferrara
Creativo Escogito scarl
Michele Ficara
Assodigitale / Novaretis
Vincenzo Filetti
Presidente Associazione 3040
Leonardo Filiani
Consulente
Marco Fiorentino
Imprenditore
Matteo Flora
Investor and Enterpreneur
Paolo Fois
Sell4you srl
Matteo Forte
ADPM Drones
Michele Fortunato
TrackArena
damiano franco
Dott.
Mary Franzese
Neuron Guard
Carlo Frinolli
NOIS3
Aleardo Furlani
Innova
Charlotte Gabay
designer
maurizio gabriele
Digital Cooking
Francesco Galella
SUNBRELLAWEB
Luigi Galimberti
Sfera
Matteo Gallone
Msc Finance & Quantitative Methods
Francesco Maria Galloppa
vip2zip
Alessandra Gargari
Europacrowd
Emilia Garito
Quantum Leap IP
Gian Angelo Geminiani
Funny Gain
Andrea Genovese
CEO Social Academy
Paola Ghedini
Italia Restart
Davide Ghezzi
Zego Ride Sharing
Alberto Giacobone
Axura/Exsisto
Alessia Gianaroli
Founder Institute Rome
Enrico Giancaterina
nextwin
Francesca Giannella
Consultant
Michelangelo Gigli
Social Media Manager
Roberta Gilardi
CEO
Massimiliano Gilardi
g2 Startups Srl
Domenico Gimeli
Bauzaar
Luigi Gioni
Westream
Christian Gironi
INNOVAMI
Andrea Giuliano
Consulente informatico
Maurizio Granata
Archimede Start Up
Daniele Grieco
TomorrowData
Stefano Grimaldi
Fri3nd
Frank Hysa
The Hive Incubator
Paola Iannuzzo
AppY Lab
Michele Imbimbo
Stargraph
Marco Imperioli Diamante
Consigliere Comunale Comune di Artena
Francesco Inguscio
Nuvolab
Stefano Iorino
Freelance
Lenard Koschwitz
Allied for Startups
Tony Leone
Gericosoftware
Paolo Leopardi
Ingegnere
Jegor Levkovskiy
Checkout Technologies
William Liani
Investor
Michele Liziero
Energy Team SPA
Chiara Lo Cascio
GoSherpy
Jacopo Lorenzetti
Bunker
Marco Lotito
TIM Wcap Bologna
Dario Maccarrone
Innovation Manager
Pietro Magistro
Officine Magistro
Paolo Magni
EIT Digital
Carmela Magno
Garanteasy
Ludovico Mainieri
Junior Investment Analyst
Giuseppe Maiolo
Dottore Commercialista
Alessandro Maiucchi
-
Benito Malaspina
Alumni InnovAction Lab
Alessandro Manili
MOOVAGE.
Barbara Marcotulli
Manager
Luciano Mariani
Byteween
Ferruccio Martinelli
E-Club | ScaleIT
Matteo Masserdotti
Two Hundred Crowd
Michele Mastrogiovanni
Expedia.com
Michelangelo Matteoda
Imprenditore
Pietro Mecca
Studente
Marco Menichelli
XSENSE Corp
Paolo Meola
Instilla Srl
Paolo Merialdo
UniRoma Tre
Elena Merico
Digital Communication Consultant Free Lance
Fabrizio Merlo
Shaerewood
Nicola Mezzetti
TomorrowData
Carlo Migliardi
IMPRENDI
Mauro Minenna
Aci Informatica
Andrea Mingolla
EY Italia / Wallrise
Lorenzo Minio Paluello
Roma Startup
Giorgia Molinari
InnLab Alumni
Carmelo Mondino
Dottore Commercialista
Marco Monti
Imprenditore
Vinicio Mucedola
Legale
Dimitri Mungoyannis
Consulente
Ivan Mura
EnKi Stove srl
Marco Musi
Marketer
Puria Nafisi Azizi
AXANT
Paolo Napolitano
Peekaboo
Paolo Napolitano
Peekaboo
Stefano Narducci
Startup Club
Alessandro Nasini
Startalia
Domenico Nesci
Partner LVenture Group
Massimiliano Nicotra
Avvocato
Lorenzo Niola
Startup Grind Milano
Natale Nobile
TIMWCAP - Roma
Stefano Noferi
Imprenditore
Enzo Notaristefano
Innovation Manager
Ivan Ortenzi
Bip
Silvio Pagliani
Immobiliare.it
Alex Paiella
Innovation Manager
Alessandro Palestini
Startup Weekend Ascoli Piceno
Matteo Palumbo
AD/Motorsport Gaming srl
Melissa Palumbo
Legal consultant
Enrico Pandian
Imprenditore
Antonio Pantoli
SMM - Clhub
Jacopo Paoletti
Comunicatica
Chiara Paolinelli
Researcher and Strategist
chiara paolinelli
NA - STUDENT
Federico Papa
@Ludwig
Nicola Papaleo
Bip
Roberto Passaquindici
Eneri gonfiabili
Gianluca Patrignani
Student
Filippo Pecchia
Peekaboo Open Innovation Community
Alberto Peripolli
Vicker
Alberto Peripolli
Vicker
Daniele Pes
InnoVits
Alessandro Petrich
Startup Grind
Riccardo Picciafuoco
Architetto
Fabio Pietrosanti
Whistleblowing Solutions
Alessandro Piol
Alphaprime
Maurizio Piredda
Bautiful
Giuseppe Piroso
-
Domenico Polimeno
Ux Researcher & Designer
Pietro Pollichieni
Fing
Alberto Porcu
Startupper
Ilaria Potito
TIM WCAP
Carlo Alberto Pratesi
UniRoma Tre
Antonio Prigiobbo
NAStartUp
Eugenio Prosperetti
Studio Prosperetti
Valerio Pullano
GamePix
Nur Puri Purini
Advisor
Giacomo Putignano
WalletSaver
Stefano Quintarelli
Imprenditore
Gian Luca Ranno
destingo.com
Matteo Maria Reale
Business Advisor
Fabio Rebecchi
Medical Droid e Accademia Domani
Amerigo Restucci
Imprenditore/Tree Solutions
Claudio Ricci
Imprenditore
Roberto Ricci
Busrapido
Antonio Riccobono
Coopers & Lybrand
Andrea Riezzo
Sistemista
Daniel Righi
Eudomia
Adriana Ripandelli
Dirigente
Alessandro Rizzi
Business Development
Laura Rizzo
StartupHome
Matteo Rosina
Sviluppatore
Alec Ross
Author
Claudio Rossi
Startup Studio
Luca Ruggeri
Scuter
Lorenzo Maria Russo
Studente
Carmen Russo
Alfab Srl
Stefano Saccucci
ESSE Engineering
Stefano Salvucci
Social Academy
Alessandro Sannini
Twin Advisors&Partners
Alessandro Santo
Last Mile Ventures
Walter Scarf•
TIXE Magazine
Tiziano Schiappa
My Take It
Igor Schiaroli
Rome Central Magazine
Enrico Scognamillo
Intrigue
Alvaro Scollo
Digital marketing consultant
Gabriel Scozzarro
Holey
Elias Secchi
Studente e Blogger
Sergio Serafini
Giftsitter/Tripoow
Mattia Settimelli
Imprenditore seriale
Giordano Silvestri
Fyobot Hydroponic Automation
Emanuele Sisti
founder
Matteo Spaggiari
Ceo Bikee Bike
Domenico Spinelli
Wide Pilot
Pier Paolo Stoppino
Program Manager
Gabriele Suffia
Ricercatore
Alberto Susco
Imprenditore
Benny T„nzer
Expense Reduction Analysts
Maria Clara Taglienti
Studente
Matteo Tarroni
Workinvoice
Jacopo Teodori
Wallfarm
Stefano Toro
Studio Legale Toro
Francesco Tramontana
Psicologo
Giuseppe Trancuccio
Imprenditore
Stefano Tresca
StartupHome
Giuseppe Tricarico
Studente
Maurizio Trotta
arch
Ivan Turatti
OPENIDEA
Alfredo Valeri
InnLex
Sara Valla
Learning Coach
Antonio Vallese
Professionista
Edoardo Vassallo
Studente universitario
Marina Verardi
LFW
Nicola Vernaglione
Startup advisor e mentor
Fabrizio Villani
Fintastico
Marco Vitolo
IT Consultant
Antonella Vulcano
INNOVA Srl
Rosbeh Zakikhani
Founder Institute Rome
Luca Zandarin
Studente
Riccardo Zanini
Wecare srl-Amyko
Diego Zarneri
LimesFarm
Angela Maria Zeoli
dirigente pubblico

10 RICHIESTE

Firma anche tu:

 

Le 10 RICHIESTE sono la sintesi di un working document molto articolato al quale i firmatari sono invitati a collaborare ed al quale è possibile accedere registrandosi.

 

 

STARTUPACT.IT | Associazione Roma Startup | Via Cassia 972 | 00189 Roma - Italy | info@startupact.it